^ Back to Top

Cos'é la chinesiologia

La parola chinesiologia deriva dal greco antico: “kinèsis” che significa movimento e “logos” che significa discorsi. Essa è la scienza che studia ed approfondisce i molteplici aspetti del movimento umano, sia in ambito fisiologico che patologico, spiegando la fenomenologia, motivando e indirizzando l’applicazione ragionata. Comprende tecniche specifiche mirate al recupero funzionale del movimento articolare, della forza e della massa muscolare e del controllo del movimento. In parole semplici essa è la disciplina che si pone come obiettivo primario il ristabilire un buon livello di capacità ed abilità motorie al fine di rendere ogni azione motoria più fluida e funzionale.

L’organismo umano, sia per il decorrere degli anni sia per i più svariati traumi ortopedici, neurologici, cardiovascolari ecc. può progressivamente andare in contro a degenerazioni funzionali e a varie modificazioni posturali. Queste situazioni di disequilibrio corporeo portano inevitabilmente a situazioni di mancato comfort ed economia anche nelle semplici situazioni della vita quotidiana. Fortunatamente grazie ad una graduale e programmata ripresa del fisiologico movimento corporeo, l’intero organismo può riprendere le sue normali funzioni permettendo così ad esempio il regredire di rigidità articolari, il diminuire di sintomi dolorifici ed il miglioramento del trofismo di tutti i tessuti lesionati o parzialmente modificati. Per tutte le persone che hanno dunque una riduzione delle proprie capacità motorie dovute ad esempio ad eventi traumatici (operazione ai legamenti crociati, menischi, cartilagini…), a presenza di patologie reumatiche (artrosi, artriti, sindrome del tunnel carpale, sindrome della cuffia dei rotatori…), a presenza di patologie del sistema nervoso centrale e periferico (ictus cerebrovascolare, neuropatia periferica…) o dopo qualsiasi stato di malattia che abbia comportato immobilità e perdita di funzionalità, si consiglia la cinesiterapia, da non confondere con la fisioterapia, ambedue le terapie sono rivolte al recupero delle funzioni organiche, con la differenza che la cinesiterapia utilizza solo il movimento, in tutte le sue forme, mentre la fisioterapia è un insieme di tecniche che utilizza principalmente le energie fisiche attraverso apparecchi laser, magnetoterapia,ultrasuoni,diadinamiche, ecc. Ogni persona, in sede di programmazione di una serie di sedute di educazione motoria, necessità di un’attenta valutazione funzionale e posturale al fine di ottimizzare le proposte motorie che si andranno poi a proporre. Alla base dell’approccio chinesiologico alla salute c’è la visione della persona nella sua globalità. In essa l’equilibrio funzionale è dato non solo da organi strutturali (articolazioni, legamenti, tendini, muscoli…) e biochimici (alimentazione, stili di vita…) ma anche da organi psichici (stato d’animo, personalità…)